Como - Sondro 1-0

Bravissimo lo stesso! Nella sua prima e quindi storica partita giocata sul terreno di gioco del Sinigaglia, il Sondrio ha tenuto testa al fortissimo squadrone lariano che non a caso è primo in classifica e che sta disputando una volata col Mantova per assicurarsi il passaggio diretto in serie C. Il Como ha spinto forte, soprattutto nella prima parte di gara, ma il Sondrio di mister Omar Nordi ha saputo soffrire da squadra ed è poi riuscito a mettere anche il naso fuori in alcune occasioni. Alla fine la squadra comasca ha vinto 1-0 ma se fosse finita in parità non si sarebbe di certo gridato allo scandalo... E sul gol di Raggio Garibaldi, il direttore di gara avrebbe potuto anche ravvisare un falletto su Vono. Niente di scandaloso ma se avesse fischiato... Ma va benissimo così! Como arrembante nei primi minuti e Sondrio sulla difensiva che, comandato a dovere da un super Ambrosini (il grande ex), ha retto bene l'urto. La prima occasione dopo 10' minuti quando Fusi si è inserito tra Mara e Guerci, in uscita, ma si è decentrato e ha calciato in porta debolmente consentendo al centrale del Sondrio di mettere in angolo. Al 12' è stato Anelliin rovesciata a mandare alto. Al 15' tiro di Celeghin e pronta risposa di Guerci che è bravo anche sulle uscite alte. Al 17' gol giustamente annullato a Gentili per fuorigioco di Borghese. Al 20' l'occasionissima per il Como. Fallo ingenuo di Vono su Gentile, in procinto di uscire dall'area dopo aver preso palla, e calcio di rigore. Sulla palla è andato il capitano dei comaschi che ha mandato però alle stelle. Il Como ha accusato il colpo e il Sondrio è ripartito un paio di volte con grande veemenza. Al 45' lancio in profondità per De Respinis che è andato via sulla destra calciando sul secondo palo. La palla è uscita di poco con Tonti proteso in tuffo. L'inizio della ripresa ha visto un Sondrioo controllare piuttosto agevolmente la gara ma dopo il 15' il Como ha spinto nuovamente sull'aceleratore. Al 16' c'è voluto un super Guerci per deviare il tiro dal limite di Gabrielloni mentre al 17' il portiere del Sondrio ha deviato in angolo un tiro da corta distanza di Dell'Agnello. Sul calcio d'angolo, palla a spiovere in area, Celeghin commette un mezzo fallo su Vono, la palla rimbalza verso Raggio Garibaldi che di piatto la infila nell'angolino basso per l'1-0. L'ex Primavera del Genoa esulta arrampicandosi sulla rete di protezione insieme ai suoi compagni, per l'arbitro Di Marco di Ciampini è un po' troppo. Secondo giallo e Raggio Garibaldi negli spogliatoio anzitempo. Il Sondrio prova coraggiosamente a segnare il gol del pareggio e lo fa sfondando spesso sulla sinistra ma la difesa del Como, la meno battuta del girone, regge bene l'urto e da segnalare c'è solo un tiro cross di Salcone intercettato dal portiere senza troppe difficoltà. Finisce qui... vince il Como ma il Sondrio esce con gli applausi dei fantastici 70 del Grup Sasèla che hanno seguito la squadra in riva al lario e colorato uno spicchio di SInigaglia.  

COMO - SONDRIO 1-0 (0-0)

Marcatore: 18' st Raggio Garibaldi 

COMO: Toninelli (Dell'Agnello 3'st), Anelli, Gentile (Cicconi 14'st), Gabrielloni (Loreto 36'st), De Nuzzo, Celeghin, Fusi (Bovolon 3'st), Borghese, Valsecchi, Raggio Garibaldi. A disp.: Bizzi, Di Jenno, Ferrari, Gobbi, Amadio. All.: Banchini. 
SONDRIO: Guerci, Mara (Valente 43'st), Cannataro (Damo 30'st), Ronzoni (Della Cristina 40'st), De Respinis, Vono (Valtulina 30'st), D'Amuri (Coppola 40'st), Fognini, Salcone, Beltrame, Ambrosini. A disp.: Lassi, Mostacchi, Baggi, Botticini. All.: Nordi.
Arbitro: Di Marco di Ciampino.