Virtus Bergamo - Sondrio 0-0

Il Sondrio torna da Alzano con un ottimo punto ma con un pizzico di rammarico perchè nel primo tempo la squadra biancoazzurra ha messo sotto i rivali creando anche un paio di ghiotte occasioni, non andate a buon fine per pochissimo... Dopo la sconfitta di Ciserano e il pari 1-1 contro lo Scanzorosciate, la difesa del Sondrio è tornata ad essere un bunker ma quel che più importa è che la squadra, soprattutto nei primi 45' di gioco, ha giocato un buonissimo calcio. Con alcuni giocatori out per infortuni e acciacchi vari, mister Nordi ha optato per una difesa inedita con Ambrosini a destra, Botticini a sinistra con Mara e Baggi al centro. Centrocampo con Cannataro e Coppola, i "soliti" tre Vono, Antonucci e Beltrame dietro a De Respinis. Nel primo tempo i ragazzi sono partiti forte e dopo 8' De Respinis ha controllato bene un pallone sulla trequarti, ha fatto scorrere la palla calciando poi un rasoterra che si è spento a lato di poco sulla destra del portiere. Al 16' gran cross di sinistro di Paolino Beltrame e De Respinis manca la conclusione per questione di centimetri. Un minuto dopo da regitrare un tiro di Germani che, deviato da un difensore, si è impennato finendo appena alto sopra la traversa. Al 19' il Sondrio il gol l'avrebbe anche trovato. Gran ripartenz orchestrara da Cannataro. Palla a Beltrame che ha crossato lungo sul secondo palo dove Vono ha toccato in rete ma l'arbitro, su segnalazione del guardalinee, ha annullato per fuorigioco (questione di centimetri). Al 28' punizione di Beltrame che ha messo in mezzo per Coppola, bello il colpo di testa del gigante biancoazzurro che purtroppo è terminato a venti centimetri dal palo con Colleoni battuto. Al 34' la doppia grande chance per il Sondrio. Punizione insidiosisima di Beltrame dalla sinistra, gran stacco di testa di De Respinis e palla indirizzata nell'angolino sul secondo palo. Colleoni si tuffa e fa un miracolo, la palla finisce a Mara che, forse un po' avanti rispetto alla stessa, non riesce ad impattare bene da non più di due metri dalla porta. La palla si è impennata ed è andata ad incocciare sulla traversa, è ritornata in campo ma un difensore della Virtus Bergamo ha anticipato tutti e ha allontanato tra le proteste dei ragazzi che, sul colpo di testa di De Respinis, avevano visto la palla varcare la linea. Roba da VAR. Nel secondo tempo il Sondrio ha abbassato un po' il ritmo. Al 2' Monni è entrato in area da destra e ha scaricato un tiro potente che è terminato però alto mentre all'11' lo stesso centravanti dell'Alzano ha anticipato tutti di testa ma ha mandato fuori. Al 18' Lassi, con un intervento d'istinto, ha respinto coi piedi un tocco da sotto misura di Flaccadori mentre al 30' lo stesso Flaccadori è arrivato tardi all'appuntamento con la deviazione vincente su un tiro cross di Germani dalla destra. La spinta dell'Alzano si è esaurita lì e il Sondrio ha avuto l'ultima chance per vincere al 34' minuto quando De Respinis, scappato via sulla sinista, ha messo al centro per Antonucci che non è però riuscito a dare la giusto potenza al tocco e la palla è terminata a lato. 

VIRTUS BERGAMO - SONDRIO 0-0 

VIRTUS BERGAMO:  Colleoni, Fratus, Pellegrini, Marzupio, Riva, Meregalli, Espinal, Pozzoni, Monni, Flaccadori (Houfadi 34'st). A disp.: Cavalieri, Capitanio, Bastioni, Nessi, Calì, Valceschini, Baldrighi, Ghisleni. All.: Andrea Bruniera. 
SONDRIO: Lassi, Mara, Baggi, Cannataro, De Respinis (Della Cristina 40'st), Vono (Fognini 15'st), Botticini, Beltrame (Di Cesare 45'st), Ambrosini, Coppola, Antonucci. A disp.: Guerci, Valtulina, Noris, De Bianchi, Salcone, Valente. All.: Omar Nordi. 
Arbitro: Peletti di Crema.